Investimento fuori dalle strisce pedonali: al danneggiato può essere riconosciuto un concorso di colpa

Investimento fuori dalle strisce pedonali: al danneggiato può essere riconosciuto un concorso di colpa

Investimento fuori dalle strisce pedonali: Nell’ambito dei sinistri stradali, che si sostanziano il più delle volte nell’investimento del pedone ad opera di un veicolo a motore, la giurisprudenza riconosce da sempre la possibilità che il comportamento negligente del pedone possa integrare un fattore idoneo, a determinare l’evento dannoso, con conseguente esclusione della responsabilità del conducente

Caduta da bici buca stradale: E’ possibile chiedere il risarcimento danni al comune?

Caduta da bici buca stradale: E’ possibile chiedere il risarcimento danni al comune?

Caduta da bici buca stradale: La Corte di Cassazione, attraverso l’ordinanza n. 6034 del 13 marzo 2018, ha fornito interessanti precisazioni in merito al risarcimento danni da caduta a causa di buca stradale. La pronuncia in commento trae origine dal ricorso in Cassazione presentato da un Comune, convenuto in giudizio da un cittadino che aveva

Presunzione pari responsabilità sinistro: Quando opera la presunzione di pari responsabilità in un sinistro?

Presunzione pari responsabilità sinistro: Quando opera la presunzione di pari responsabilità in un sinistro?

Presunzione pari responsabilità sinistro: La Corte di Cassazione, attraverso l’ordinanza n.22813, pronunciandosi in tema di sinistri stradali ha avuto modo di fornire alcuni precisazioni in ambito di concorso di colpa. Il caso sottoposto all’esame della Cassazione, vedeva come parte attrice un uomo che al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti a seguito di

Risarcimento passeggero motorino: Risarcimento per il Trasportato sul Motorino

Risarcimento passeggero motorino: Siamo più volte intervenuti sulle responsabilità e sul risarcimento dei danni a favore del terzo trasportato a seguito di un sinistro. Ai sensi dell’art. 141 Codice delle Assicurazioni, il terzo trasportato è risarcito dall’impresa di assicurazione del veicolo a bordo di cui si trovava trasportato al momento del sinistro, a prescindere dalla

Cinture di sicurezza risarcimento: Riduzione Risarcimento se non Indossate le Cinture di Sicurezza

Cinture di sicurezza risarcimento : Il Codice della Strada impone l’utilizzo delle cinture di sicurezza per tutti gli occupanti della vettura, dal conducente al passeggero davanti, compreso il terzo trasportato dietro, benché, purtroppo, tale usanza non sia ancora del tutto messa in pratica. La violazione di tale norma implica non solo la comminazione di una sanzione,

Incidente in bici: Il Ciclista in caso di Incidente cosa Può Fare?

Incidente in bici: il ciclista in caso di incidente cosa può fare? La biciletta, soprattutto durante la bella stagione, è un perfetto mezzo di trasporto: aiuta a mantenersi in forma, è economico, ecologico, un veloce rimedio contro il traffico cittadino. La bicicletta, per quanto sia strutturalmente diversa dalle vetture (non ha un motore, è senza

Allacciate Sempre le Cinture di Sicurezza…Anche Dietro!

L’obbligo di indossare i dispositivi di sicurezza una volta saliti su un’autovettura grava su tutti i soggetti presenti all’interno dell’abitacolo, senza esclusione alcuna. Così, nonostante nella realtà quotidiana ciò avvenga molto di rado, anche il terzo trasportato – il soggetto più fragile e più incline a riportare gravissimi traumi e lesioni, spesso anche mortali –

Mancato utilizzo delle cinture di sicurezza: chi deve provarlo?

Nonostante sia un obbligo imposto dal Codice della Strada a decorrere dall’Aprile del 2006, capita molto spesso, purtroppo, che i passeggeri non indossino le cinture di sicurezza. La mancata osservanza di tale obbligo suscita non poche problematiche quando si tratta di individuare il tipo di responsabilità e, di conseguenza, quantificare il danno, in caso di

Concorso di Colpa della Vittima per il Mancato Utilizzo delle Cinture di Sicurezza.

È purtroppo assai frequente sulle nostre strade il verificarsi di sinistri stradali, spesso anche mortali, nei quali la vittima non indossava regolarmente le cinture di sicurezza. L’orientamento maggioritario delle Sezioni Penali della Corte di Cassazione è oramai concorde nel ritenere che sussista un concorso di colpa  del danneggiato o vittima laddove lo stesso non abbia