I Sopravvenuti Oneri famigliari Giustificano la Revisione dell’Assegno Divorzile?

È comprensibile e sano che, a seguito della fine di un matrimonio (o di una convivenza), dopo un iniziale momento di smarrimento e di dolore profondo, uno o entrambi i coniugi ricostruiscano la propria vita a fianco di un altro uomo o di un’altra donna.   Cosa succede però, economicamente e giuridicamente, se anche il

Se Non Corrispondere l’Assegno di Mantenimento al Figlio è Reato

A seguito della sentenza  di divorzio o di separazione, il Giudice dispone a carico del genitore non affidatario (il più delle volte il padre) l’obbligo di corrispondere un assegno a titolo di contributo al mantenimento dei figli minorenni (o maggiorenni se non indipendenti economicamente) la cui somma varia a seconda dei redditi e della situazione

Se un sinistro è causato da una buca colma d’acqua, chi risponde dei danni?

Buone notizie per gli utenti della strada! Nella fattispecie una signora adiva il Tribunale di Lagonegro affinché condannasse il Comune di Lauria ai sensi degli artt.2051 c.c. e 2043 c.c. per ottenere il risarcimento dei danni a seguito di sinistro avvenuto a causa di una buca colma d’acqua, non segnalata, presente sulla strada. Nonostante il

Quali sono i Presupposti per Chiedere il Danno da Fermo Tecnico?

In caso di incidente stradale, quando va riconosciuto il danno da fermo tecnico? Con la sentenza n. 2070/2014, la Cassazione ha fatto chiarezza su quali siano i presupposti per il danno da fermo tecnico: esso ricorre quando il danneggiato per un certo periodo abbia sopportato le spese di gestione dell’auto, pur senza poterla utilizzare, poiché

Mancato utilizzo delle cinture di sicurezza: chi deve provarlo?

Nonostante sia un obbligo imposto dal Codice della Strada a decorrere dall’Aprile del 2006, capita molto spesso, purtroppo, che i passeggeri non indossino le cinture di sicurezza. La mancata osservanza di tale obbligo suscita non poche problematiche quando si tratta di individuare il tipo di responsabilità e, di conseguenza, quantificare il danno, in caso di

Ancora più Tutela per il Consumatore!

Su sollecitazione dell’allora Comunità Europa, il 23.10.2005 è stato approvato il Codice del Consumo – pietra miliare a favore della tutela dei consumatori italiani – che ha comportato il primo vero e proprio intervento normativo organico e completo relativo alle fasi del rapporto di consumo, dalla pubblicità alla corretta informazione, dal contratto, alla sicurezza dei

Perde il Mantenimento il Coniuge che ha una Nuova Famiglia?

Nel caso di specie, una moglie, nonostante avesse creato una nuova famiglia di fatto con un altro uomo, chiedeva all’ex un assegno di mantenimento che il Giudice di prime cure aveva fissato in € 500,00 mensili. L’uomo ricorreva contro la decisione ma la Corte d’appello di Venezia si limitava solo a ridurre tale assegno a

Affitti in Nero? Brutte Notizie per gli Inquilini!!

Era (è d’obbligo utilizzare il tempo passato) una prassi oramai consolidata che l’inquilino di un immobile “denunciasse” il proprietario dell’immobile andando, di propria iniziativa, a registrare il contratto d’affitto ”in nero”. Tale prassi avveniva non solo nei casi in cui il proprietario, per eludere il Fisco, non aveva provveduto alla registrazione del contratto entro il

ARCHIVIO per CATEGORIE Ultimi POST