Collocamento del Minore presso Entrambi i Genitori

Questa settimana il blog vuole dedicarsi ad una causa di diritto minorile avente come protagonista una madre che si è rivolta proprio presso il nostro Studio a seguito della notifica di un ricorso da parte dell’ex convivente il quale chiedeva la revisione delle determinazioni già precedentemente assunte dal Tribunale per i Minorenni di Milano circa

Risarcimento del Danno al Coniuge Separato a seguito della Perdita dell’Ex Moglie in Incidente Stradale

Con la sentenza n. 1025/2013 del 17.01.2013, la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione ha riconosciuto anche in capo al coniuge separato – seppure in forma ridotta – il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale a seguito di un incidente mortale in cui perse la vita il coniuge non più convivente. A parere

Per la Responsabilità del Medico non è Sufficiente la Probabilità Statistica

Ai fini dell’accertamento del rapporto di causalità esistente tra la condotta posta in essere dall’agente (sia essa commissiva o omissiva) e l’evento causato, il Giudice si serve, in genere, tra i vari elementi, di massime di esperienza, leggi universali e statistiche. Tuttavia, in tema di responsabilità medica, nell’accertamento della colpa imputabile al professionista per omissione,

Danni da Partita di Calcio…Nessun Risarcimento da Parte della Società Sportiva!

Il calcio – lo sport più amato e praticato in Italia – riesce a coinvolgere ed entusiasmare giovani e meno giovani che praticano questa attività sportiva nei luoghi più assurdi e a qualunque ora della giornata. L’orientamento maggioritario della Suprema Corte, recentemente confermato dalla  sentenza n. 20982 del 27.11.2012, tende a non configurare tale sport

Infiltrazioni Dovute a Difetto di Costruzione? Le Risarcisce il Condominio

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 17268 del 10 Ottobre 2012, ha stabilito che in caso di infiltrazioni d’acqua nella cantina di proprietà esclusiva di uno dei condomini causate da vizi di costruzione, il proprietario ha diritto ad ottenere l’intervento del condominio, legittimato passivo, a titolo di responsabilità oggettiva che, quindi, è obbligato

Il Capo dell’Equipe Medica Non può Scaricare la Colpa sui Colleghi

Il “principio di affidamento” non autorizza il capo di un’ equipe medica a scaricare la colpa sui Colleghi per errori avvenuti “sul campo”. Nel caso sottoposto all’attenzione della Corte di Cassazione, un medico specialista in ginecologia, durante un delicato intervento aveva asportato ad una paziente l’ovaio sinistro al posto dell’ovaio destro. Il chirurgo capo dell’equipe

Rischia una Condanna Penale la Suocera che si Reca senza Permesso nell’ex Casa Coniugale

“Tra suocera e nuora tempesta e gragnuola”: questo proverbio, in verità, descrive il reale rapporto, non sempre felice, tra suocera e nuora. E se tale rapporto non può dirsi allegro e sereno quando i coniugi convivono sotto il medesimo tetto, diviene ancora più complicato e si inasprisce maggiormente quando questi si separano. Una recente pronuncia

La Volontà della Moglie di non Volere Figli non Legittima l’Adulterio

L’articolo 143 del codice civile elenca gli obblighi che derivano dal vincolo matrimoniale, ovvero l’obbligo reciproco di fedeltà, assistenza materiale e morale, collaborazione nell’interesse della famiglia e coabitazione. Precisato ciò, la pronuncia di addebito a carico di uno dei coniugi non può fondarsi solo ed esclusivamente sulla mera violazione dei doveri sopra richiamati, essendo necessario

Il Rifiuto dell’Uomo di sottoporsi ai Test del DNA può Avvalorare la Prova di Paternità

Nei procedimenti per il riconoscimento della paternità, l’uomo che si rifiuta, senza giustificazione alcuna, di sottoporsi al test del DNA, potrebbe essere considerato padre del bambino. La Corte di Cassazione con sentenza n. 20235/2012 ha sostenuto che il comportamento processuale delle Parti, nella fattispecie il rifiuto di un uomo di sottoporsi ai test clinici per

Multa non valida se la presenza dell’Autovelox è Comunicata solo tramite Stampa Locale

Le scrivanie dei Giudici di Pace e dei Prefetti di tutta Italia sono colme di ricorsi presentati dagli automobilisti che hanno violato le varie norme presenti nel Codice della Strada. Tra le infrazioni più frequenti vi è sicuramente quella relativa al superamento dei limiti di velocità rilevabile tramite apparecchiature di controllo, alias autovelox. L’articolo 4

Il Semaforo Non Funziona? Il Comune Risarcisce!

In tema di circolazione stradale, vige il principio oramai consolidato e confermato da una recente sentenza della Corte di Cassazione, secondo il quale  “il conducente che impegna un incrocio disciplinato da semaforo, ancorché segnalante a suo favore “luce verde”, non è esentato dall’obbligo di diligenza nella condotta di guida, che, pur non potendo essere richiesta

ARCHIVIO per CATEGORIE Ultimi POST