Incidenti sugli Sci? Non Sempre il Gestore Paga!

Non sono infrequenti gli incidenti, talvolta anche gravi, che si verificano ogni anno sulle piste sciistiche delle nostre montagne. Una volta che accadono tali infortuni, tuttavia, non è sempre e comunque il gestore dell’impianto sciistico il soggetto giuridicamente ritenuto responsabile dell’incidente occorso allo sciatore e di conseguenza tenuto al risarcimento del danno. Infatti, il gestore

Il Danno Esistenziale Va Riconosciuto Solo Se Si Prova Un Effettivo Pregiudizio Patrimoniale

Non spetta il risarcimento del danno esistenziale a chi dopo aver subito un incidente stradale asserisca di non aver potuto lavorare da quando le menomazioni non lo rendevano più idoneo al servizio. Lo afferma la Corte di Cassazione che, con la sentenza n. 3290 depositata il 12 febbraio 2013, ha respinto il ricorso di un uomo rimasto gravemente ferito

Risarcimento del Danno al Turista “Tradito” per le False Immagini dell’Albergo

Succede sempre più spesso che chi decide di partire per una vacanza all’insegna del relax o del divertimento venga tratto in inganno da fotografie che riproducono un luogo di villeggiatura diverso o comunque ben lontano da quello reale – volutamente ed appositamente inserite nei cataloghi di viaggio o nelle locandine per attirare l’attenzione del turista

Scuola Privata: la Scelta Spetta a Entrambi i Genitori!

A seguito di una sentenza di divorzio, il Tribunale disponeva l’affidamento congiunto delle figli minorenni ad entrambi i genitori, ponendo a carico del padre la corresponsione di un assegno mensile a titolo di contributo per il mantenimento, l’educazione e l’istruzione delle figlie con l’obbligo di provvedere a tutte le spese relative di abbigliamento, medico-dentistiche e

Legge Balduzzi: il Medico Non Risponde di Omicidio Colposo

Nell’attività medico – chirurgica, più che in ogni altra professione, è presente un alto margine di fallibilità umana tale da rendere incerto e rischioso anche l’intervento più semplice e, per questo motivo, non sono poche in tutta Italia, le cause promosse contro i professionisti a seguito di un intervento che ha causato danni al paziente

La Ripartizione dell’Onere della Prova in Caso di Addebito della Separazione

La separazione giudiziale può prevedere, ove sia espressamente richiesto da uno dei coniugi, l’addebito della stessa a carico dell’altro coniuge laddove sussistano comportamenti – valutati caso per caso secondo la discrezionalità del Giudice – contrari ai doveri nascenti dal matrimonio, quali l’assistenza morale e/o materiale, la collaborazione nell’interesse della famiglia, la coabitazione e la fedeltà,

Collocamento del Minore presso Entrambi i Genitori

Questa settimana il blog vuole dedicarsi ad una causa di diritto minorile avente come protagonista una madre che si è rivolta proprio presso il nostro Studio a seguito della notifica di un ricorso da parte dell’ex convivente il quale chiedeva la revisione delle determinazioni già precedentemente assunte dal Tribunale per i Minorenni di Milano circa

Risarcimento del Danno al Coniuge Separato a seguito della Perdita dell’Ex Moglie in Incidente Stradale

Con la sentenza n. 1025/2013 del 17.01.2013, la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione ha riconosciuto anche in capo al coniuge separato – seppure in forma ridotta – il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale a seguito di un incidente mortale in cui perse la vita il coniuge non più convivente. A parere

Per la Responsabilità del Medico non è Sufficiente la Probabilità Statistica

Ai fini dell’accertamento del rapporto di causalità esistente tra la condotta posta in essere dall’agente (sia essa commissiva o omissiva) e l’evento causato, il Giudice si serve, in genere, tra i vari elementi, di massime di esperienza, leggi universali e statistiche. Tuttavia, in tema di responsabilità medica, nell’accertamento della colpa imputabile al professionista per omissione,

Danni da Partita di Calcio…Nessun Risarcimento da Parte della Società Sportiva!

Il calcio – lo sport più amato e praticato in Italia – riesce a coinvolgere ed entusiasmare giovani e meno giovani che praticano questa attività sportiva nei luoghi più assurdi e a qualunque ora della giornata. L’orientamento maggioritario della Suprema Corte, recentemente confermato dalla  sentenza n. 20982 del 27.11.2012, tende a non configurare tale sport