L’Assegno di Mantenimento è Deducibile dalle Tasse?

Non saranno certamente pochi coloro che si sono chiesti se l’assegno periodico – disposto dal Giudice in sede di separazione o divorzio e posto a carico del coniuge onerato non affidatario a titolo di mantenimento dei figli e/o dell’altro coniuge – possa essere scaricato dalle tasse. Innanzitutto, non tutti gli assegni di mantenimento sono deducibili,

La Casa Familiare Assegnata al Coniuge Affidatario del Figlio può essere Pignorata!

L’esistenza di un provvedimento di assegnazione non è elemento che possa da solo incidere sulla pignorabilità del bene. Lo afferma la Corte di Cassazione che, con la sentenza n. 12466 del 19 luglio 2013, ha respinto il ricorso di una donna che a causa dei debiti dell’ex marito si era vista pignorare la casa assegnatale dal

Ancora sull’Assegno di Mantenimento dei Figli Minorenni

Ancora sull’Assegno di Mantenimento dei Figli Minorenni In sede di separazione o di divorzio dei coniugi, il Giudice “fissa la misura e il modo con cui ciascuno dei coniugi deve contribuire al mantenimento, alla cura, istruzione ed educazione dei figli”, così come disposto all’art. 155 c.c. il quale recita altresì che “salvo diverso accordo liberamente

Il Comodato Gratuito di un’Abitazione a favore dell’Ex non Impedisce l’Aumento dell’Assegno di Mantenimento per il Figlio

La concessione gratuita di una casa da parte di amici all’ ex non giustifica una ridotta contribuzione del padre riguardo al figlio minorenne. Lo afferma la Corte di Cassazione che, con l’ordinanza n.12193 del 20 maggio 2013, ha respinto il ricorso di un uomo che si era visto aumentare l’importo dell’assegno di mantenimento a favore della

La Mera “Conoscenza” del Tradimento Non Giustifica l’Addebito della Separazione

Oggigiorno, tra le cause maggiori e più frequenti che inducono i coniugi a separarsi troviamo sicuramente il tradimento perpetrato da uno dei consorti, a seguito del quale – trattandosi di una violazione degli obblighi previsti all’ art. 143 c.c. – il coniuge “tradito” può richiedere al Giudice l’addebito della separazione unitamente all’assegno di mantenimento posto

Il Padre che si Licenzia Non è Esente dal Corrispondere ugualmente l’Assegno di Mantenimento alla Figlia

L’interessante caso sottoposto alla nostra attenzione – che non mancherà di suscitare polemiche e discussioni –  riguarda un padre che, dopo la separazione dalla moglie, non versava più l’assegno a titolo di mantenimento della figlia minorenne, fissato dal Giudice in € 250,00 mensili. Infatti, a seguito di una lite con il proprio datore di lavoro,

Qual è il Giudice Competente per Territorio nei Procedimenti di Modifica delle Condizioni di Separazioni?

I coniugi possono chiedere in ogni momento la modifica dei provvedimenti riguardanti gli stessi o la prole per fatti od eventi  avvenuti dopo la separazione, come stabilito all’art. 710 c.p.c. La norma, tuttavia, non indica quale sia il Giudice territorialmente competente e, per sopperire a tale silenzio, la giurisprudenza aveva oramai ritenuto applicabili le norme

L’Abbandono del Tetto Coniugale Implica l’Addebito della Separazione?

Dal punto di vista penale l’abbandono del tetto coniugale non è più previsto come reato. Cosa succede invece dal punto di vista civile? Ai sensi dell’ art. 151 cod. civ. la separazione dei coniugi per essere giuridicamente lecita deve trovare causa e giustificazione in una situazione di intollerabilità della convivenza oggettivamente apprezzabile e giuridicamente controllabile. Se questa

Assegno di Mantenimento e Assegno Divorzile: Chi, Come e…Quanto?

Gli istituti della separazione e del divorzio sono disciplinati da norme differenti, la separazione dall’art. 156 ed il divorzio dalla Legge 898/1970. In caso di separazione, ai fini della sussistenza dell’assegno di mantenimento in favore del coniuge richiedente, è necessario che allo stesso non sia addebitabile la separazione (la presenza di un eventuale addebito esclude

La Riconciliazione dei Coniugi Dopo la Separazione

Non è raro che, nonostante estenuanti e lunghe battaglie, i coniugi separati, a distanza di anni, decidano di ripristinare il vincolo coniugale precedentemente incrinatosi. L’istituto della riconciliazione, prevista e disciplinata all’art. 157 del codice civile implica, di fatto, un ripristino del consorzio familiare attraverso la ricostituzione non solo della comunione materiale, ma anche di quell’unione

Non c’è Addebito della Separazione in Caso di Relazione extraconiugale Online

La prima sezione civile della Cassazione, con la sentenza n. 8929/2013, ha ritenuto che lo scambio di mail di un coniuge con un estraneo non rende addebitabile la separazione, poiché tale relazione telematica non comporta infedeltà coniugale e non offende la dignità e l’onore dell’altro coniuge. Nel caso di specie, la moglie aveva intrattenuto una

Revoca dell’Assegno Mantenimento al Figlio Maggiorenne che Rifiuta Senza Giustificato Motivo Offerte di Lavoro

In sede di separazione o divorzio dei coniugi, ai sensi dell’art. 155 quinques del codice civile, il Giudice può disporre la corresponsione dell’assegno di mantenimento oltre che al coniuge e ai figli minorenni, anche ai figli che hanno già raggiunto la maggiore età. In questo ultimo caso, ai fini del versamento di tale assegno periodico,