Qual è il Giudice Competente per Territorio nei Procedimenti di Modifica delle Condizioni di Separazioni?

I coniugi possono chiedere in ogni momento la modifica dei provvedimenti riguardanti gli stessi o la prole per fatti od eventi  avvenuti dopo la separazione, come stabilito all’art. 710 c.p.c. La norma, tuttavia, non indica quale sia il Giudice territorialmente competente e, per sopperire a tale silenzio, la giurisprudenza aveva oramai ritenuto applicabili le norme

L’Abbandono del Tetto Coniugale Implica l’Addebito della Separazione?

Dal punto di vista penale l’abbandono del tetto coniugale non è più previsto come reato. Cosa succede invece dal punto di vista civile? Ai sensi dell’ art. 151 cod. civ. la separazione dei coniugi per essere giuridicamente lecita deve trovare causa e giustificazione in una situazione di intollerabilità della convivenza oggettivamente apprezzabile e giuridicamente controllabile. Se questa

Assegno di Mantenimento e Assegno Divorzile: Chi, Come e…Quanto?

Gli istituti della separazione e del divorzio sono disciplinati da norme differenti, la separazione dall’art. 156 ed il divorzio dalla Legge 898/1970. In caso di separazione, ai fini della sussistenza dell’assegno di mantenimento in favore del coniuge richiedente, è necessario che allo stesso non sia addebitabile la separazione (la presenza di un eventuale addebito esclude

La Riconciliazione dei Coniugi Dopo la Separazione

Non è raro che, nonostante estenuanti e lunghe battaglie, i coniugi separati, a distanza di anni, decidano di ripristinare il vincolo coniugale precedentemente incrinatosi. L’istituto della riconciliazione, prevista e disciplinata all’art. 157 del codice civile implica, di fatto, un ripristino del consorzio familiare attraverso la ricostituzione non solo della comunione materiale, ma anche di quell’unione

Non c’è Addebito della Separazione in Caso di Relazione extraconiugale Online

La prima sezione civile della Cassazione, con la sentenza n. 8929/2013, ha ritenuto che lo scambio di mail di un coniuge con un estraneo non rende addebitabile la separazione, poiché tale relazione telematica non comporta infedeltà coniugale e non offende la dignità e l’onore dell’altro coniuge. Nel caso di specie, la moglie aveva intrattenuto una

Revoca dell’Assegno Mantenimento al Figlio Maggiorenne che Rifiuta Senza Giustificato Motivo Offerte di Lavoro

In sede di separazione o divorzio dei coniugi, ai sensi dell’art. 155 quinques del codice civile, il Giudice può disporre la corresponsione dell’assegno di mantenimento oltre che al coniuge e ai figli minorenni, anche ai figli che hanno già raggiunto la maggiore età. In questo ultimo caso, ai fini del versamento di tale assegno periodico,

L’Affidamento dell’Animale Domestico in Caso di Separazione

I nostri amici a quattro zampe stanno acquistando un ruolo di sempre maggiore importanza nelle cause tra coniugi, infatti spesso il Giudice nelle sentenze di divorzio o separazione si pronuncia anche sulla sorte dell’animale. Ma a chi spetta l’affidamento del cane o del gatto quando le coppie scoppiano? La valutazione avviene caso per caso. Innanzitutto

Spese Ordinarie e Spese Straordinarie nella Separazione e nel Divorzio: È Tempo di Fare Chiarezza…

Nel mondo del diritto, tra giuristi, ma soprattutto all’interno delle aule dei Tribunali italiani, è ancora aperto il dibattito circa la giusta e corretta individuazione riguardo la differenza tra le spese ordinarie e quelle straordinarie attinenti al soddisfacimento del benessere e dei bisogni della prole, una volta che la relazione coniugale o more uxorio tra

Commette Reato il Padre, anche se Disoccupato, che non Versa l’Assegno di Mantenimento ai Figli Minorenni

È certamente risaputo che, a seguito della separazione personale dei coniugi, il mancato versamento dell’assegno di mantenimento nei confronti dei figli minorenni costituisce un reato, così come sancito all’art.  570 del codice penale. La Suprema Corte, con sentenza n. 10147/2013, non ha esitato ad applicare in modo intransigente e rigido tale disposizione anche nel caso

Riconoscimento del Danno Morale in Caso di Morte del Coniuge Separato

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 1025 depositata il 17 gennaio 2013, ha statuito che il risarcimento del danno morale può essere accordato ad un coniuge per la morte dell’altro anche se vi sia tra le parti uno stato di separazione personale, purché si accerti che l’altrui fatto illecito abbia provocato nel coniuge superstite

Obbligo al Mantenimento anche se l’Ex Moglie Presenta un’Attitudine al Lavoro

Così come disposto all’art. 156 del codice civile, a seguito della separazione,  il Giudice può stabilire il diritto a ricevere un assegno necessario al proprio mantenimento a vantaggio del coniuge al quale non è addebitabile la crisi del matrimonio. Tale assegno – la cui entità dipende sia dalle circostanze di fatto che dai redditi del

La Ripartizione dell’Onere della Prova in Caso di Addebito della Separazione

La separazione giudiziale può prevedere, ove sia espressamente richiesto da uno dei coniugi, l’addebito della stessa a carico dell’altro coniuge laddove sussistano comportamenti – valutati caso per caso secondo la discrezionalità del Giudice – contrari ai doveri nascenti dal matrimonio, quali l’assistenza morale e/o materiale, la collaborazione nell’interesse della famiglia, la coabitazione e la fedeltà,